Pubblicato da: Aristopicchio | 9 aprile, 2008

Festa di Primavera

Come ogni anno la vita dei Branchi sta per essere sconvolta dalla grande Festa di Primavera.

E’ primavera (anche se oggi non sembra proprio) e nella Giungla è arrivata la Parlata Nuova, e la Festa di Primavera ne è un segno.

Si cominciano a sentire le diverse lingue della Giungla, alcuni sono già stati colpiti dalla Dewanee, l’euforia sta crescendo a livelli inimmaginabili.

E tutto per la Festa di Primavera.

I lupetti si stanno preparando per cacciare in nuovi territori ricchi di sorprese e novità…

E noi Vecchi Lupi? Beh, noi Vecchi Lupi si prepara la caccia perchè sia più proficua possibile.

Pubblicato da: Aristopicchio | 9 aprile, 2008

Assenza ingiustificata

Quando manca si sente…
Soprattutto quando per colpa sua si rimane basiti, interdetti, incapaci di reagire, si viene insultati, offesi, sviliti.
E poi ci si resta pure male, addolorati, soprattutto per l’incapacità di comprendere.
E poi ci si sente soli, non adatti a quello che si sta facendo, e si cercano comprensione, conferme, sicurezza, ma la certezza più immediata è l’insulto di ricambio, l’odio, il rancore.

E poi per colpa dell’autoanalisi razionale ci si sente in colpa.

E poi si razionalizza e si finisce per accettare l’ennesimo segno di un’assenza ingiustificata e ci si mette l’animo in pace, si va avanti per la strada che si ritiene giusta per noi, ma soprattutto per gli altri.
E poi si finisce a credere di nuovo in se stessi e nel proprio operato tanto criticato solamente per via dell’ennesima assenza ingiustificata.

Qui si aspetta ancora la giustifica, o la prossima volta accompagnata dai genitori… Grazie!

Pubblicato da: Aristopicchio | 18 marzo, 2008

Scoutismo e Informazione

Ma qual è il ruolo dei Media nella società moderna?

Questa domanda nasce dall’ultima provocatoria “notizia” lanciata da alcuni “organi di informazione” italiani.
A cui corrisponde un’immediata risposta da parte dei Responsabili delle varie associazioni italiane di scoutismo.

Penso che le risposte linkate qui sopra siano ben più chiare, pacate, ed esaurienti di qualunque analisi che potrei fare io, tuttavia volevo aggiungere un paio di idee personali.

Prima di tutto la mia fiducia nei cosiddetti “organi di informazione” è ormai ai minimi storici.
Non so se conoscete la rubrica “Notizie che non lo erano” di Wittgenstein, ma provate a cercare un pò e scoprirete il motivo di questa sfiducia personale.
Non passa giorno senza che le “notizie” che ci vengono propinate non mi facciano venire il voltastomaco per il buonismo, il campanilismo o, più in generale, per il basso livello di informazione proposto (Studio Aperto è il simbolo emblematico di quest’abbassamento).

In secondo luogo, per quanto riguarda lo Scoutismo, ultimamente ci sono state sempre più occasioni di “informazione” strumentalizzata riguardo il mondo Scout, i suoi appartenenti, il suo metodo.
E’ vero che non è sempre tutto rose e fiori e che ci sono sempre i favorevoli e i contrari, i pro e i contro, il bianco e il nero, ma sono rimasto spiacevolmente colpito da alcune occasioni (“Mi manda Raitre” dell’anno scorso, servizio di Studio Aperto sulla Promessa del Lupetto) compresa questa recente, in cui mi è parso di notare più la ricerca dello scoop, della “notizia” (intesa nell’accezione sensazionalistica del termine) piuttosto che della verità.
Lo Scoutismo è un movimento educativo, in cui i ragazzi vengono educati (e+ducere=tirare fuori) a cercare e scoprire la verità nelle cose di ogni giorno e nelle scelte della vita. Questo porta proprio allo scontro con realtà, come quelle dei media moderni, dove l’apparenza regna sovrana e la ricerca della verità non è nei Palinsesti.
Forse può sembrare che non faccia bella figura il Movimento prendendo le distanze così nettamente da certi atteggiamenti, ma sarebbe segno di incoerenza se non fosse così.
La descrizione qui sopra può sembrare troppo pessimistica, ma fortunatamente esistono realtà piccole, anche nei media principali, che non si limitano al sensazionalismo, ma forniscono davvero un servizio utile alla società. A questi va il mio miglior augurio per continuare su questa “difficile” strada.

Buona Strada!

Pubblicato da: Aristopicchio | 18 marzo, 2008

Thunderbird e Webmail

Da quando i gestori di posta han deciso di permettere l’accesso POP (ossia tramite server contattabile solitamente dai normali client di posta) solamente ai loro utenti, è sempre più difficile scaricare la posta su un normale client sul proprio computer (tipo Thunderbird).
Il problema si presenta anche all’interno di aziende in cui vengono bloccate certi tipi di connessioni, tra cui quelle legate alla Posta Elettronica.

Per quelli che come me preferiscono usare Thunderbird come client di posta ed hanno account di posta appartenenti ai gruppi Hotmail, Yahoo, Lycos, Gmail, Libero, AOL e MailDotCom esiste un’estensione di Thunderbird favolosa per risolvere quest’inconveniente che si chiama WebMail.

WebMail implementa al suo interno un server POP3, un SMTP ed un IMAP, i quali lavorando in locale sul proprio pc fungono da intermediari con le varie WebMail (interfaccia Web) degli account specificati sopra e in questa pagina.

Non è molto complicato far funzionare le nostre caselle di posta con questa particolare estensione:

  • Prima di tutto bisogna installare l’estensione da qui.
  • Bisogna quindi verificare che le porte su cui lavorano i nostri server locali (110, 25 e 143) non siano già occupate da altri servizi. Se lo fossero è possibile modificare tali porte agendo sulla configurazione di WebMail selezionando il pulsante Opzioni da Strumenti -> Componenti Aggiuntivi. Si consiglia di utilizzare porte superiori al numero 1024 e, ovviamente, inferiori a 65535.
    Una volta effettuate le modifiche del caso si rende necessario riavviare il server utilizzando gli appositi comandi del pannello di impostazioni.

image
Pannello di Impostazioni di WebMail

  • Infine per ogni account che vogliamo sia gestito da WebMail sarà necessario modificare il parametro legato al server di accesso nel menu Strumenti -> Impostazioni account…
    Nella scheda Impostazioni Server dell’account specifico dovrete inserire il server localhost al posto dell’attuale server (per esempio in.libero.it).
  • Ugualmente per l’impostazione del server in uscita delle mail: in questo caso impostate localhost come indirizzo del server nella scheda Server in uscita delle Impostazioni account e come Username: username@domain.

A questo punto, se la configurazione è andata a buon fine, dovrebbe essere possibile scaricare la posta sul vostro client preferito (Thunderbird).

Buon Mailing!

PS: esistono anche programmi alternativi per effettuare quest’operazione come HTML2POP3 o FreePops, ma ritengo che WebMail sia molto più semplice ed intuitivo (ed affidabile anche) sebbene il numero di account scaricabili sia per ora piuttosto limitato.

Pubblicato da: Aristopicchio | 10 marzo, 2008

[ZZUB] Arrivata la ricarica Vodafone

E’ appena arrivata la ricarica promessa da parte di ZZUB per chi avesse aderito alla campagna Vodafone Casa Direct.

[ZZUB] Ricarica Vodafone
Ricarica di Vodafone ricevuta da ZZUB

A breve ulteriori informazioni sulla campagna.

Pubblicato da: Aristopicchio | 1 marzo, 2008

Le stelle sono tante…

Guardate che splendido cielo stellato che c’è fuori.


via FortPhoto

 

Stasera è un’occasione meravigliosa da non farsi scappare per ammirare la volta celeste nella sua infinita grandiosità.
Poi sentirsi piccoli piccoli…

E pensare che il Creato di Dio non si limita all’orizzontalità della nostra vista.

 

P.S. Da non perdere:

  • Stellarium, planetario Open Source fatto veramente bene.
  • Astronomia.com, portale italiano di Astronomia per chi volesse approfondire.
  • AstroPix, pagina della Nasa con splendide immagini astronomiche aggiornate ogni giorno.
Pubblicato da: Aristopicchio | 30 gennaio, 2008

Il distintivo dove lo metto?

Durante l’anno c’è chi caccia, chi si assume incarichi ed impegni, chi segue la propria Strada e chi segue cammini di Formazione vari…

Ed è giusto che come premio per il tanto sudore versato si ottenga l’agognata specialità, tappa, ecc.

Ma quale smacco poi quando al momento di attaccarla alla nostra uniforme sorge il dubbio: ma il distintivo (patacca, coso e chi più ne ha più ne metta) dove lo metto?

Quelli più coraggiosi riescono a creare la loro uniforme personale con distintivi attaccati nei posti più impensabili… I migliori sono i cosiddetti “simmetrici” perchè, probabilmente memori di un’immagine da una rivista o da un opuscolo, attaccano i distintivi al posto giusto, ma invertiti 🙂 .

Da oggi sbagliare non è più possibile grazie a questa animazione!

uniforme

Come potrete vedere i nostri amici della Fiordaliso (quella che stampa i nostri manuali, e che fornisce la nostra uniforme) hanno creato questa splendida animazione che ci permette di capire immediatamente la posizione dei distintivi sull’uniforme.

Che aspettate allora?  Andate subito a vedere se la vostra uniforme ha tutte le patacche al posto giusto!

Pubblicato da: Aristopicchio | 9 gennaio, 2008

Il Grande Gioco 100 anni di Scoutismo

A conclusione del Centenario degli Scout (nati nel 1907 da un’idea del fondatore Baden Powell) RAITRE offre ai suoi telespettatori ad un orario abbastanza proibitivo questo film-documentario di Fabio Toncelli sull Scoutismo italiano.

971200942_7a1ff5f780
(thanks to Lutz-R. Frank)

Il trailer è visibile sul sito dell’AGESCI.

Siete tutti invitati a darci un’occhiata stasera (09/01/2008) alle 23.30 su RAITRE.

Io mi sa che me lo registro con vcast.

Pubblicato da: Aristopicchio | 29 novembre, 2007

Free Rice!

Gioca e fai del bene con FreeRice.

FreeRice è un sito che permette di giocare coi sinonimi delle parole inglesi e, allo stesso tempo, di sfamare persone bisognose attraverso la partnership col WFP (World Food Programme) delle Nazioni Unite.
E allora cosa stai aspettando?
Vai subito a giocare e donare del riso a chi ne ha bisogno!

Pubblicato da: Aristopicchio | 28 novembre, 2007

Proviamo ad usare Kablog

Questo post è stato effettuato utilizzando Kablog. Certo non è facile scrivere un post con links direttamente in HTML… Forse è più semplice Opera Mini, che però spreca molta più banda visto che carica l’interfaccia Web di WordPress. Stay tuned.

UPDATE

Son dovuto tornare all’interfaccia Web per poter modificare il Post più comodamente e per spiegare meglio quello che è avvenuto.
Kablog è un’applicazione per Nokia N70 (SO: Symbian) che permette di postare su diverse piattaforme di blogging, tra cui WordPress, utilizzando le apposite funzionalità fornite dalle piattaforme stesse.
Solo che il testo va inserito direttamente in HTML senza nessun tipo di aiuto, un po’ come scrivere un SMS col T9 insomma: divertente, ma poco pratico.
Inoltre manca la possibilità di inserire i tags ed è un pò scarno come applicativo.
Dalla sua, però, ha il fatto che consuma pochissima banda visto che si connette solamente per spedire il Post, anche se non si può mai essere sicuri a fornire i propri dati di accesso a queste applicazioni…

Stay tuned!

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie